In questo articolo vi darò alcune indicazioni veloci su cosa vedere a Bruges se avete solo un giorno a disposizione. Bruges è la città più bella delle Fiandre, è un luogo incantato che sembra quasi irreale da quanto è romantico ed unico. Con poesia questa piccola città belga si lascia cullare dai canali che la attraversano e regala degli scorci unici e indimenticabili. Inoltre e’ un’ottima meta per un viaggio di 3 giorni a cui potete unire le visite a Bruxelles e Gand, sfruttando la rete ferroviaria belga che collega velocemente ogni città.

cosa vedere a Bruges
Cigni a Bruges

Come arrivare a Bruges

Se non avete a disposizione un’auto vi consiglio di arrivare a Bruges utilizzando i treni. La rete ferroviaria belga è davvero efficiente e molto puntuale, inoltre i treni sono frequenti tutti i giorni e abbastanza economici, soprattutto il week end. Quindi come arrivare a Bruges? Se siete all’aeroporto di Zaventem potete comodamente prendere il treno scendendo al piano -1. A volte le destinazioni sono indicate in fiammingo e non in francese per cui potreste essere un po’ disorientati, ricordatevi però che la direzione giusta per Bruges è il treno che va ad Ostenda. Se invece la vostra base per visitare le Fiandre è Bruxelles potrete prendere il treno sia alla Gare du Midi che alla stazione Bruxelles Central e fare i biglietti direttamente ai distributori automatici.

bruges cosa vedere
Ospedale di San Giovanni

Cosa vedere a Bruges in un giorno: dal Minnewater alla Grote Markt

Se arrivate a Bruges dalla stazione centrale iniziate la vostra visita prendendo subito il vialetto che costeggia il canale e che vi introduce al parco. Con pochi passi sarete al famoso Minnewater, il lago degli innamorati. Proseguite ora, senza attraversare il ponte, verso i tetti di Bruges e i mattoni rossi che fin da subito vi conquisteranno gli occhi. Incontrerete prima il parco dei cigni e subito lì accanto uno dei luoghi più spirituali: il beghinaggio. Entrate con silenzio e rispetto in questo giardino circondato dai muri bianchi degli alloggi che furono delle beghine e ascoltate il rumore degli alberi accarezzati dal vento.

Ora potete addentrarvi alla scoperta di Bruges, dei suoi canali, dei ponti e dei suoi incantevoli angoli perdendovi tra i vicoli più nascosti. Vi consiglio davvero di abbandonare la via principale dove corrono le carrozze e passeggiare nelle vie laterali. I mattoni colorati, anche in una giornata grigia, regalano alla città un aspetto fantasioso e una vivacità che non è spazzata via nemmeno dalla pioggia.

fiandre
via Groenerei

Bellissimo è l’Ospedale di San Giovanni (che oggi ospita un museo molto interessante), soprattutto sul suo affaccio sul canale dove sembra entrare magicamente nell’acqua. Dal lato opposto invece c’è la Chiesa di Nostra Signora che ospita un’opera di Michelangelo.
Proseguendo arriverete alla piazza Simon Stevin dove avete una tappa obbligatoria: The Chocolate Line. Questo è il negozio di Dominic Persoone, uno dei cioccolatieri più famosi al mondo, per cui almeno una tavoletta va acquistata e degustata!
Ultima tappa di questa prima parte è la Grote Markt, la grande piazza e cuore di Bruges in cui spicca la torre Belfort tra le tante facciate colorate dei palazzi.

Grote Markt
Grote Markt

Cosa vedere a Bruges: i mulini a vento

Ebbene sì, in un giorno a Bruges tra le cose da vedere ci sono anche i mulini a vento. Uscita dalla Grote Markt mi sono diretta a piedi verso il primo mulino, il Sint-Janshuismolen. Considerate che la passeggiata è di 1,5 km e vi permetterà di vedere di quartieri veramente interessanti al di fuori del circuito turistico. I mulini a vento sono 5, uno di seguito all’altro e costeggiano il canale in un piacevole percorso nel verde. L’unico mulino visitabile e funzionante è quello sopra citato. Se vi trovate a Bruges in estate vi suggerisco di valutare anche il noleggio di una bicicletta (in città troverete diversi rent bike) perché potreste decidere di fare qualche chilometro in più e seguire la strada che va verso Damme, molto suggestiva dal punto di vista paesaggistico.

mulini a vento
Mulini a Bruges

La passeggiata da non perdere in un giorno a Bruges

Cosa vedere ancora in un giorno a Bruges? Ora vi aspetta una passeggiata incredibile. Tornando dai mulini a vento cercate di raggiungere via Groenerei partendo dall’intersezione con il ponte sulla Predikherenstraat. Questa strada costeggia il canale e vi porta al Vismarkt, il mercato del pesce. Passeggiando su questo viale ho fotografato gli scorci più belli senza essere soffocata dai turisti.
Di fronte al mercato troverete un piccolo ponte, attraversatelo e sarete davanti al Municipio di Bruges. Ora vi consiglio di tornare nuovamente al Vismarkt e addentrarvi nella piccola piazza Huidenvettersplein per poi rimanere senza fiato nel più famoso punto fotografico di Bruges, magari accompagnati dal dolce suono di un violino come è successo a me.

bruges
Bruges